Paesaggi Urbani

Paesaggi Urbani

Ci sono capannelli di gente davanti ai bar durante le partite. Sembra di essere tornati negli anni cinquanta, le prime televisioni, lascia o raddoppia. Gente indigente, meno fortunata, gente che non può permettersi Sky. Questo per gli uomini, ma capita anche che donne, nelle sale d’aspetto di ospedali, si accalchino per vedere la nuova puntata de “il Segreto”.

Per quel che riguarda anziani senza pensione, se possono frugano nell’immondizia alla ricerca di vestiti o qualcosa da mangiare, mentre poco distanti extracomunitari caricano vecchi materassi abbandonati su mezzi di fortuna.

Nel frattempo un uomo di mezza età ha il portafoglio gonfio di soldi. Contanti, il cosiddetto nero. Il portafoglio quasi non si chiude e lui è un’anima in pena, soffre molto per questo peso ingombrante: non sa proprio come liberarsene. Potrebbe fare come alcuni operai, che dopo il lavoro si fumano via lo stipendio dentro a piccoli tabacchi, ipnotizzati dalle slot.

Ai supermercati, personaggi dai vestiti logori acquistano confezioni senza marca di wurstel a 89 centesimi, affiancando alle casse veloci carrelli vegani e sempreverde bio. La CCTV proietta “live” dalle navate in bianco e nero artistico, sorprende un uomo troppo elegante, in cappotto solo per nascondere meglio delle merendine.

Poi l’immagine cambia quasi subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.