Il libro delle risposte

Il libro delle risposte

C’è voluto un po’ di tempo, quasi mezzo secolo per la verità, ma alla fine l’ho trovato.

L’ho cercato un po’ dovunque, ad ogni latitudine e longitudine. Spesso ho domandato in giro, ma nessuno mi ha mai aiutato, nessuno ne sapeva niente. Poi, quando ormai stavo perdendo le speranze, una sera di ottobre mi ci è andato casualmente l’occhio. L’ho riconosciuto subito.

E pensare che stava lì, in bella vista dentro ad un cassetto della scrivania di mia figlia, per nulla imboscato.

Lo so, non avrei dovuto frugare tra le sue cose, del resto non lo faccio mai, ma questa volta è stato come se me lo sentissi.

Ora che ce l’ho tra le mani non so bene cosa fare. Prima o poi lo aprirò, chiaro, dopo averlo tanto cercato.

Confesso che ho un po’ paura, temo che il suo contenuto posso deludermi o peggio, che io non sia ancora pronto per leggerlo.

E allora intanto prendo tempo, me lo giro tra le mani, ammiro la copertina. Ha una bella copertina, non trovate? Colorata di, come si dice, fucsia. Un po’ troppo sgargiante forse, ma resta una bella copertina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.